Siamo i primi della provincia: Grazie al vs impegno.

Aggiungi un commento

Marotta, Lucchetti sulla variante di Piazza Kennedy: ‘Noi abbiamo fatto il nostro dovere, adesso la palla passa ai privati’

Limmagine‘assessore all’Urbanistica e all’ambiente del Comune di Mondolfo, Lucchetti Massimiliano, annuncia l’approvazione definitiva di una variante al piano regolatore che darà una risposta importante sia alla piazza Kennedyche al viale Carducci di Marotta.

Sono molto contento per l’approvazione definitiva di questa variante che ritengo fondamentale per lo sviluppo di viale Carducci. Seguendo il nostro programma elettorale abbiamo raccolto l’esigenza di risolvere la situazione in cui gravavano alcune abitazioni di piazza Kennedy e di trovare una soluzione per l’ex Hotel Holiday che permettesse di attrarre investimenti privati atti alla riqualificazione della struttura. Lo stato di degrado in cui gravano queste strutture grida vendetta, soprattutto per una località come Marotta per la quale l’aspetto turistico riveste un ruolo di primaria importanza.

Tramite questa variante, ormai approvata definitivamente, richiameremo investimenti privati per la riqualificazione delle strutture abbandonate da tempo e in stato di degrado. La speranza è che adesso i privati facciano la loro parte e in breve tempo, tramite lo sviluppo di queste strutture di rilanciare il turismo e l’occupazione a Marotta. Negli anni passati le amministrazioni che hanno governato il nostro comune, hanno realizzato diverse opere pubbliche, rinvestendo sul territorio le tasse che pagavamo come cittadini.

Adesso con il patto di stabilità non è più possibile assumere mutui, anzi gli stiamo riscattando e il governo ci costringe a tassare i ns cittadini senza poter riversare sul territorio quei soldi che gli stessi pagano. L’unica possibilità che ci rimane, per far sviluppare il nostro territorio è quella di adeguare il vigente piano regolatore per richiamare investimenti sul nostro territorio. L’abbiamo fatto con il bando per la realizzazione del Beach Arena e nella programmazione urbanistica abbiamo già raccolto la realizzazione della nuova chiesa per il quartiere di piano marina, l’ampliamento della sede della Croce Rossa, l’imminente realizzazione della rotatoria al posto del semaforo sulla litoranea che permetterà di ridurre drasticamente le code e allo stesso tempo ridurrà l’inquinamento da traffico veicolare e non per ultimo con questa variante la riqualificazione di alcuni edifici in piazza Kennedy e dell’ex Hotel Holiday.

Spesso le modifiche al piano regolatore necessitano dei tempi troppo lunghi per rispondere celeremente ad un mercato in continua evoluzione, ma è mia intenzione di raccogliere con ostinazione tutte le occasioni che ci si prospettino, nell’obbiettivo di rilanciare l’occupazione sul nostro territorio. Per far ciò il progetto Outlet riveste un ruolo primario e stò lavorando coadiuvato dal sindaco e dall’intera maggioranza, per raggiungerne la realizzazione in tempi brevi.

Aggiungi un commento

Articolo Resto del Carlino del 02 Gennaio 2015

Siamo in continuo contato con la ditta expandia sia per il progetto sia per quello che riguarda il percorso per l’assegnazione delle licenze di vendita. E’ un occasione che non dobbiamo assolutamente perdere.

Massy

Aggiungi un commento

Mondolfo, Lucchetti sulla differenziata: ‘TARI ai minimi provinciali’

immagineL’Assessore Lucchetti, dopo aver verificato con l’ufficio tributi la situazione delle tassa sui rifiuti dei comuni limitrofi, ribadisce che in questo periodo di crisi l’attuale amministrazione mantiene le tasse più basse della Provincia, nonostante i servizi introdotti nel corso dell’anno.Lucchetti con ottimismo ribadisce: ‘Quando mi sono accertato sui costi dei rifiuti dei comuni costieri a noi vicini, mi sono reso conto che si è riusciti, grazie anche all’aiuto di tutti i concittadini, a realizzare un servizio che ci permette di raccogliere riconoscimenti a livello nazionale (si veda Legambiente), ma che nello stesso tempo fa risparmiare diversi soldi a tutti noi. La questione è da vedere nel dettaglio per capire che differenze di tariffe ci sono tra Mondolfo ed i due Comuni a noi confinanti Fano e Senigallia (simile per l’incidenza del turismo estivo). Partiamo da una abitazione tipo di circa 70 metri quadri con 2 persone, a Mondolfo si pagano 118,00 euro, a Fano 183,00 euro e a Senigallia 148,00 euro. Se si considera una abitazione di circa 120 metri quadri con 4 porsone,  a Mondolfo si pagano 178,00 euro, a Fano 301,00 euro e a Senigallia 266,00 euro. Per un negozio di 60 metri quadri  a Mondolfo si pagano 203,00 euro, a Fano 331,00 euro e a Senigallia 267,00 euro; infine confrontando i costi di un capannone artigianale da 1.000 metri quadri,  a Mondolfo si pagano 2.065,00 euro, a Fano 3.397,00 euro e a Senigallia 2.838,00 euro. Ritengo che in questo periodo in cui le nostre famiglie e le nostre imprese stanno affrontando una crisi economica e occupazionale che purtroppo ancora non vede che minimi segnali di ripresa, mantenere il carico fiscale basso, sia un obbiettivo per tutte le Amministrazioni comunali‘.

 

Infine Lucchetti introduce alcune novità relative al servizio dei rifiuti: ‘Sinceramente pensavamo che con l’andare del tempo alcune cattive abitudini, come per esempio lasciare materiale di vario genere accanto ai bidoni stradali, andassero attenuandosi, invece ci accorgiamo che tale pratica irrispettosa e non curante del decoro urbano, è ancora presente sul nostro territorio e per questo ho deciso di installare, da molti utenti richieste da tempo, le telecamere che ci serviranno a monitorare le isole ecologiche ed a disencentivare alcuni comportamenti non corretti. Con le stesse potremo controllare anche i bidoni degli sfalci e delle potature, che negli ultimi tempi hanno visto peggiorare sia in qualità che in quantità la raccolta, a tal punto da essere rifiutati dai centri di riciclaggio. Mi raccomando di conferire solamente gli sfalci e le potature, evitando contenitori di qualsiasi genere e soprattutto di moderare le quantità, per i conferimenti importanti è operativo il ritiro su chiamata. La distribuzione dei bidoni  degli sfalci e delle potature sarà implementata, come richiesto da molti concittadini, nella speranza però che ci sia un controllo delle stesse da parte di tutti per evitare che vengano utilizzate in modo improrio. Mi permetto di ringraziare pubblicamente, come già fatto per altre iniziative simili, un gruppo di cittadini che armati di vanghe e secchielli hanno ripulito la Fonte Grande ed hanno reso un servizio encomiabile a vantaggio di tutta la comunità. E’ con questi esempi e con la collaborazione di tutti riusciremo a mantenere pulito il nostro territorio e a renderlo sempre di più eco-sostenibile‘.

Aggiungi un commento

Mondolfo, Lucchetti su differenziata: ‘A rischio mantenimento bidoni per sfalci e potature’

immagineL’assessore all’Ambiente e Urbanistica Massimiliano Lucchetti, dopo aver ritirato i premi da Legambiente per i risultati conseguiti dal Comune nell’anno 2013e dopo aver trascorso il periodo estivo senza troppe difficoltà (dalla stima dei rifiuti ci si accorge che la popolazione raddoppia), riassume l’andamento dei primi 9 mesi del 2014, richiamando con forza l’attenzione sulla raccolta stradale degli sfalci e delle potature.

Lucchetti è particolarmente soddisfatto per le percentuali raggiunte anche se esorta tutti ad una maggior riduzione nella produzione dei rifiuti: “Analizzando i dati che mensilmente ci fornisce, come da contratto, la ditta Onofaro la media nei primi nove mesi ha raggiunto quasi il 79% di raccolta differenziata anche se il nostro obbiettivo primario ora è la riduzione della produzione del rifiuto: a tal proposito dobbiamo incentivare ancora di più il compostaggio domestico, la pratica del riuso e tutte quelle politiche che tendono a ridurre la produzione di rifiuto. Come promesso nel mese di Luglio, abbiamo acquistato ulteriori contenitori per la raccolta degli sfalci e delle potature, per integrare la distribuzione su tutto il territorio, ma le raccolte delle ultime due settimane hanno fortemente indebolito le nostre certezze.

Dal monitoraggio della raccolta del verde nei cassonetti di prossimità, effettuato fin dal momento dell’istituzione, è risultato che la qualità del materiale, inizialmente modesta ma accettabile, ha subito un progressivo peggioramento tanto da non essere più conferibile nei centri di raccolta e riciclaggio del legno e potature. Ultimamente i cassonetti di prossimità del verde vengono impropriamente utilizzati per lo smaltimento di altre tipologie di rifiuti, che compromettono la qualità della raccolta delle potature tanto da essere respinta dai centri di riciclaggio. Il perdurare dell’attuale situazione ancora per 15 giorni comporterà necessariamente la sospensione  del servizio per l’impossibilità dello smaltimento. Questo comportamento ha subito bloccato l’integrazione preventivata, ma lo stesso rischia, come più volte comunicato, di far sparire dalla strada i cassonetti.

La preghiera per tutti gli utenti e di utilizzare i contenitori per le quantità e la tipologia di rifiuto per i quali sono stati adibiti; nello specifico i suddetti contenitori devono essere utilizzati solo per gli sfalci e le potature, con l’attenzione di eliminare i contenitori che vengono utilizzati per il loro conferimento, quindi niente buste di plastica, carta o di qualsiasi genere, solo materiale verde. Poi le quantità devono essere minime, se no i contenitori sono sempre pieni, per chi ha delle grandi quantità di sfalci e potature può facilmente chiamare il numero verde per prenotare il ritiro a domicilio o recarsi al centro per il conferimento. Per evitare che poi i cittadini si sveglino senza più i contenitori stradali per gli sfalci e le potature, esorto tutti gli utilizzatori ad un comportamento corretto ed anche a segnalare eventuali comportamenti non corretti che verranno prontamente sanzionati.” Da ultimo, l’Assessore Lucchetti invita: “Produciamo meno rifiuti, differenziamo meglio, e segnaliamo eventuali comportante scorretti”.

Sul sito del Comune di Mondolfo: www.comune.mondolfo.pu.it tutte le indicazioni per la differenziata, compreso il calendario della raccolta secondo le varie tipologie.

Aggiungi un commento

Mondolfo, Lucchetti su differenziata: ‘Grazie ai cittadini premi e nessun aumento tariffe’

immagineL’assessore all’Ambiente e Urbanistica Massimiliano Lucchetti, dopo aver ritirato i premi da Legambiente per i risultati conseguiti dal Comune nell’anno 2013, riassume l’andamento della prima parte del 2014, anticipando gli obbiettivi futuri relativi anche alla parte di Marotta acquisita dal Comune di Fano.

Lucchetti è particolarmente soddisfatto per l’andamento dei primi 7 mesi del 2014: ”Analizzando i dati che mensilmente ci fornisce, come da contratto, la ditta Onofaro non ci si può certo lamentare delle percentuali raggiunte nella prima parte dell’anno in corso; la media nei primi sette mesi è infatti pari al 79,10% anche se il nostro obbiettivo primario ora è la riduzione della produzione del rifiuto: a tal proposito dobbiamo incentivare ancora di più il compostaggio domestico, la pratica del riuso e tutte quelle politiche che tendono a ridurre la produzione di rifiuto”.

Ricorda l’Assessore quanto conquistato con la fondamentale collaborazione di tutti: “A Luglio Legambiente ci ha conferito tre premi: 1° Comune d’Italia – area centro ”Migliore raccolta degli imballaggi in plastica”; 1° comune nelle Marche sopra i 10.000 abitanti ”Miglior indice di buona gestione dei rifiuti urbani”, Premio Comune riciclone per aver superato la percentuale del 75% di raccolta differenziata. Ricevere questi premi fa sicuramente piacere in quanto sono il giusto ringraziamento agli sforzi fatti dai nostri concittadini che con grande pazienza si sono impegnati al massimo per mantenere il nostro territorio sostenibile dal punto di vista ambientale e sicuramente gli stessi premi vanno dedicati a loro. Dalla premiazione effettuata a Roma, tuttavia è passato un messaggio chiaro e che anche noi dobbiamo al più presto raccogliere: va ridotta la produzione di rifiuti; ne gioveranno le nostre tasche in quanto pagheremo di meno e soprattutto ne gioverà l’ambiente in cui viviamo”.

E’ un fiume in piena Lucchetti: “Approfitto dell’argomento pagamenti per segnalare che anche per il 2014 la TARI, tassa sui rifiuti, non ha subito aumenti ed è rimasta identica al 2013; anzi in teoria non essendoci più i 30 centesimi a metro quadro di maggiorazione richiesti dallo stato, si è ulteriormente ridotta. Alcuni forse diranno che deve esserci qualcosa sotto: non è possibile che siamo premiati a livello nazionale e abbiamo la tassa rifiuti tra le più basse della provincia. E’ così, e – in realtà – la cosa è più semplice di quello che si pensa: il sistema prevede che meno indifferenziato produciamo e meno dobbiamo pagare; siccome noi tutti differenziamo con impegno e le percentuali ne sono testimoni, riusciamo a mantenere il costo del servizio basso nonostante l’incremento Istat previsto da contratto a favore dell’impresa appaltatrice e l’aggiunta di ulteriore servizi a favore dei cittadini attuato nel corso del 2014, quali, ad esempio, la gestione dei cassonetti stradali per la raccolta degli sfalci e delle potature, fortemente richiesti dalla cittadinanza”.

Su questi cassonetti per il verde, l’Assessore puntualizza: “Da più cittadini sono stato sollecitato ad aumentarne la distribuzione, ma in questa prima fase abbiamo voluto analizzare l’andamento degli stessi sul territorio, per evitare il rischio che fossero utilizzati in maniera impropria; con piacere stiamo constatando che i bidoni sono utilizzati correttamente (a parte qualche ‘sbadato’ che conferisce il materiale all’interno di sacchi di plastica e questo va assolutamente evitato); vi preannuncio che visto il buon esito di questo test saranno distribuiti altri bidoni a partire dal mese di Settembre, con l’avvertimento tuttavia che gli stessi potrebbero essere rimossi se utilizzati in maniera non corretta”.

Relativamente alla parte di Marotta acquisita dal Comune di Fano, “Vogliamo al più presto estendervi il servizio già in atto nel restante del Comune, e conseguentemente anche le tariffe che sono nettamente più basse; le tempistiche e le modalità di questo passaggio saranno concordate al più presto con il comune di Fano e con la ditta che vi svolge attualmente il servizio”. Da ultimo, l’Assessore invita: “Produciamo meno rifiuti, differenziamo meglio, e segnaliamo eventuali comportante scorretti”. Sul sito del Comune di Mondolfo www.comune.mondolfo.pu.it tutte le indicazioni per la differenziata, compreso il calendario della raccolta secondo le varie tipologie.

Aggiungi un commento

Mondolfo, Lucchetti su outlet: ‘L’impegno costante dà sempre i suoi frutti’

immagineL’assessore all’Urbanistica e all’Ambiente di Mondolfo Massimiliano Lucchetti, incassato il via libera da parte della Provincia sulla variante al PRG propedeutica alla realizzazione del “Villaggio Grandi Firme” a Marotta, ringrazia pubblicamente l’operato del commissario Massimo Galuzzi e rilancia il progetto Outlet come volano per lo sviluppo turistico/occupazionale dell’intera vallata del Cesano e dell’intera Provincia.

Lucchetti entusiasta per il risultato ottenuto, predispone insieme all’ufficio urbanistica le pratiche per l’approvazione definitiva nel prossimo Consiglio Comunale e getta le basi per la realizzazione in tempi brevi del progetto davanti al casello autostradale di Marotta: ”Giustizia è fatta”, esordisce l’Assessore Lucchetti, “la prima delibera provinciale del 13 Febbraio, in cui con una votazione di palese pareggio si era bloccata la variante, ci aveva lasciato l’amaro in bocca, questa volta però, grazie alla serietà e alla coenrenza del commissario Massimo Galuzzi, siamo riusciti a centrare questo obbiettivo che era al primo punto nel nostro programma elettorale. Una breve riflessione sui tempi va però fatta: abbiamo dato in Consiglio Comunale il primo via libera al progetto OUTLET nel Maggio 2012, sono passati più di due anni e finalmente adesso abbiamo avuto l’approvazione della variante da parte della Provincia. Con la situazione di crisi economica che non molla, non è possibile accettare questi ritardi, la burocrazia pubblica va riformata e spero che il governo Renzi riesca a ridurre questi tempi che inchiodano lo sviluppo e impediscono agli amministratori locali di raccogliere celermente le opportunità che si presentano.

Tornando al progetto OUTLET che qualcuno, per interesse di parte, descrive come la più grande sventura che ci possa capitare ribadisco con forza che è un’occasione imperdibile: prima di tutto non vi è alcuna cementificazione aggressiva o speculativa, in quanto l’indice di 0,21 è ben al di sotto degli indici standard del nostro vigente PRG ed a questo aggiungo che l’aspetto ambientale sarà curato nei minimi particolari, anzi mi sento di aggiungere, come assessore all’Ambiente, che nell’occasione non mancheremo di risolvere alcuni problemi in sospeso specie dopo l’acquisizione del territorio di Marotta che apparteneva al Comune di Fano. Anche la questione del traffico sarà valutata con attenzione, anche se chiedere di avere sviluppo turistico senza aumento del traffico veicolare mi sembra alquanto pretenzioso.

Dopo essermi documentato sui risultati dell’OUTLET di Barberino di Mugello, 3 milioni di visitatori nel 2013 in piena crisi economica, sono sempre più convinto che l’OUTLET se realizzato con intelligenza può rilanciare l’occupazione e il turismo nel nostro territorio e in tutta la Provincia. Vogliamo predisporre all’interno del “Villaggio Grandi Firme” un ufficio di promozione turistica che intercetti tutti i visitatori e gli inviti a visitare i nostri centri storici e le nostre città, sia dell’entroterra che sulla costa. Il messaggio agli altri sindaci è chiaro, noi abbiamo questa opportunità, ma anche gli altri comuni potranno sfruttare questa occasione come promozione del territorio e come attrattiva turistica. Insieme dobbiamo affrettarci a cogliere questa occasione che se sfortunatamente non si realizzasse da noi, troverebbe terreno fertile in Romagna e allora in quel caso non si avrà alcun beneficio.”

Aggiungi un commento

Marotta, Lucchetti: ‘Abbiamo posto le basi per il rilancio di piazza Kennedy e viale Carducci’

L’assessore all’Urbanistica e all’Ambiente del comune di Mondolfo Lucchetti Massimiliano annuncia la pubblicazione di una variante al piano regolatore che darà una risposta importante sia alla piazza Kennedy che al viale Carducci di Marotta.

Sentiamo direttamente l’assessore Lucchetti che con entusiamo presenta il provvedimento urbanistico che secondo lui promette il rilancio del salotto buono di Marotta: ”Sono molto contento per la pubblicazione di questa variante che ho condiviso con l’intera giunta e l’intera maggioranza. Già il nostro programma elettorale evindenziava l’esigenza di risolvere la situazione in cui gravavano alcune abitazioni di piazza Kennedy e di trovare una soluzione per l’ex Hotel Holiday che permettesse di attrarre investimenti privati atti alla riqualificazione della struttura. Ogni volta che passavo in piazza Kennedy o in viale Carducci, vedere lo stato in cui gravavano queste strutture era un vero e proprio colpo al cuore, soprattutto per una località come Marotta per la quale l’aspetto turistico riveste un ruolo di primaria importanza. Tramite questa variante, che sarà pubblicata per 60 giorni, necessari per raccogliere eventuali osservazioni, cerchiamo di richiamare investimenti privati per la riqualificazione delle strutture abbandonate da tempo e in stato di degrado.

Contiamo di centrare gli obbiettivi prefissi, a detta degli stessi proprietari, in breve tempo e tramite lo sviluppo di queste strutture di rilanciare il turismo e l’occupazione a Marotta. In questa fase contraddistinta da una crisi economica che non molla, dobbiamo correggere il vigente piano regolatore per richiamare investimenti sul nostro territorio. Nella programmazione urbanistica abbiamo già raccolto la realizzazione della nuova chiesa per il quartiere di piano marina, l’imminente realizzazione della rotatoria al posto del semaforo sulla litoranea che permetterà di ridurre drasticamente le code e allo stesso tempo ridurrà l’inquinamento da traffico veicolare e non per ultimo la riqualificazione di alcuni edifici in piazza Kennedy e dell’ex Hotel Holiday. Spesso le modifiche al piano regolatore necessitano dei tempi troppo lunghi per rispondere celeremente ad un mercato in continua evoluzione, ma la volontà mia e di questa amministrazione è quella di non lasciare nulla al caso e di raccogliere con ostinazione tutte le occasioni che ci si prospettino, nell’obbiettivo di rilanciare l’occupazione, obbiettivo primario di questa legislatura”.

Aggiungi un commento

Marotta, Lucchetti su Outlet: ‘Atteggiamento della minoranza incomprensibile’

immagineMercoledi 23 Aprile alle ore 21 si è tenuto il consiglio comunale a Mondolfo e nell’ordine del giorno figurava la questione in merito alle controdeduzioni alla delibera di Giunta Privinciale n°22 del 13/02/2014, che in modo abbastanza fantasioso aveva bocciato la variante Prg sul comparto ‘PP15′ propedeutica alla costruzione del villaggio grandi firme nell’area di fonte al casello autostradale di Marotta.

L’assessore all’urbanistica Massimiliano Lucchetti, di comune accordo con il sindaco Pietro Cavallo e l’intera maggioranza, dopo aver relazionato in Consiglio, plaude all’approvazione delle controdeduzioni, con accoglimento pieno delle prescrizioni tecniche dettate dal Servizio Urbanistica della Provincia e resta perplesso circa il comportamento di una parte della minoranza astenutasi in sede di votazione.

Lucchetti interviene senza risparmiare toni accesi: “Il mio primo ringraziamento va a tutti i consiglieri di maggioranza che hanno sostenuto con forza la delibera relativa alle controdeduzioni, inviando un messaggio chiaro alla giunta provinciale, volto a far capire che l’outlet rappresenta per il nostro territorio e per tutta la Valcesano ma anche per l’intera provincia, un’opportunità irripetibile di sviluppo e rilancio dell’occupazione. Le notizie incredibili che giungono dall’outlet di Barberino di Mugello ( nel 2013 3 milioni di visitatori, 1000 dipendenti senza considerare l’indotto, di cui il 70% residenti nelle zone limitrofe, +35% di turisti stranieri e un fatturato di oltre 50 milioni di euro che condiziona il pil di tutto la zona) confermano che questi villaggi di grandi firme rappresentano, anche in questo periodo di crisi, un’opportunità unica di sviluppo, creazione di nuovi posti di lavoro e rilancio del turismo. Al contrario sono molto amareggiato dal voto di astensione di una parte della minoranza (Diotallevi, Piccioli e Barbieri) che aveva sostenuto con entusiasmo la variante, ma in questa occasione si è tirata indietro, con un atteggiamento di menefreghismo nei confronti di Marotta in primis e di tutte quelle persone del nostro territorio, tra cui molti giovani, che sono alla disperata ricerca di un posto di lavoro, nascondendosi dietro banali motivazioni tecniche.

Comunque questo atteggiamento della minoranza, non attenua affatto la nostra spinta per raggiungere l’obbiettivo. La maggioranza è coesa nel sostenere la richiesta di variante e il nostro programma di azione prevede due strade: la prima contempla la presentazione delle controdeduzioni in Provincia, per un celere accogliemento delle stesse mentre la seconda, se la prima non avesse i risultati attesi, prevede il ricorso al T.A.R., già depositato, con una possibile richiesta danni, per annullare la delibera prov. N°22 del 13/02/2014, con la conseguente approvazione della variante sulla base del silenzio assenso. Io credo che il nostro territorio e Marotta in primis, abbia diritto a questa occasione, noi ce la metteremo tutta per difendere i diritti e le aspettative dei nostri concittadini!”.

Aggiungi un commento

Mondolfo, Lucchetti a Ricci: ‘Sei ancora Presidente o ti devo chiamare già Sindaco?’

immagineNon si ferma l’azione dell’Amministrazione Comunale mondolfese sulla variante al vigente P.R.G. relativa al comparto PP15 a destinazione d’uso N3B Terziario, in località Marotta, dopo aver depositato il ricorso al T.A.R.

Inoltre è stata recapitata anche la richiesta danni a coloro che sono convolti nella deliberazione provinciale oggetto della discordia e l’ufficio urbanistica mondolfese sta predisponendo le contro deduzioni che saranno presentate in Provincia dopo il passaggio in consiglio comunale.

L’assessore all’urbanistica Massimiliano Lucchetti, congiuntamente alla Giunta e in sintonia con il Sindaco Cavallo impegnato in prima persona, sta seguendo la questione con particolare interesse e ha dure parole per il Presidente della Provincia Matteo Ricci.

Lucchetti così interviene: ”Caro Presidente, vista l’amicizia e il rapporto che abbiamo avuto in questi anni, mi posso permettere di sottolinearti che in questa vicenda si è avuto un atteggiamento a dir poco irresponsabile. Prima di tutto vorrei sottolineare il fatto che sei ancora il Presidente della Provincia e come tale devi rappresentare le istanze di tutto il territorio della Provincia e non solo di una parte, tra l’altro minima, del comune di Pesaro in cui sei candidato a Sindaco. Mi ricordo ancora quando venivi a Mondolfo in occasione delle votazioni provinciali (vedi foto allegata) per poi apprezzare la vicinanza e il sostegno della nostra vallata che non è venuto a mancare. Nell’occasione mi ricordo che promettesti sviluppo e lavoro, basi essenziali per la Felicità e adesso che si offre questa possibilità, non metti il giusto impegno per coglierla.

Entrambi siamo ‘renziani’, io magari un po’ prima di te, ma questo poco importa, così mi vien da pensare come il nostro Presidente del Consiglio, che ha come obbiettivi principali il rilancio dell’occupazione e creare le condizioni per richiamare gli investimenti sul territorio, possa accettare che l’uomo che spesso gli siede accanto, nella direzione del PD, non fa attenzione ad un progetto che porta un investimento di 60-80 milioni di euro sul territorio e 800-1200 posti di lavoro considerato anche l’indotto. L’irresponsabilità è così grande anche in relazione al fatto che questi processi non si possono fermare, se il famoso OUTLET non sarà realizzato a Marotta allora lo faranno in Romagna, al di là del confine e quindi tutte le categorie di Pesaro che tu stai difendendo, avranno l’OUTLET a due passi e noi non avremo per la Provincia alcun vantaggio, nessun investimento e nessun posto di lavoro.

 Caro Matteo, io ritengo che i tuoi futuri elettori di Pesaro, ti giudicheranno per la tua serietà che dimostri nel tuo mandato di Presidente di Provincia, altrimenti analizzando questo caso verrà il sospetto che le tue decisioni sono prese solamente dietro l’opportunità politica; così quando andranno a votare forse gli verrà il sospetto che sei legato più al tuo futuro che al loro. Credo che in politica, ci sia sempre tempo per recuperare agli errori commessi e credo che gli elettori apprezzino chi torna sulle proprie decisioni e chi ammette di aver sbagliato.

Noi da parte nostra faremo di tutto per non rinunciare a questa grande occasione, ce lo chiedono i nostri cittadini e ce lo chiede anche la nostra coscienza e attendiamo da parte tua almeno una telefonata per trovare insieme una soluzione a questa incresciosa situazione, che rischia di buttare al vento un’occasione che non si ripresenterà mai più, disattendendo le attese e le speranze di un’intera vallata e di centinaia di persone che sono in cerca di lavoro.

Aggiungi un commento